La decisione dell’UE di stoppare il Patto di stabilità consente all’Unione la possibilità di essere una funzione al servizio delle persone, delle imprese e dei teriritori.
Le istituzioni nazionali e sovranazionali devono porsi e rispondere alla domanda di senso della loro esistenza.

Una volta  sospeso  il Patto di Stabilità economica e  finanziaria si realizzi un Patto per la vita dei popoli, superando i vincoli delle percentuali nelle anticipazioni della finanza pubblica destinata alla ripresa, si superi temporaneamente la distinzione della contabilità di cassa e si realizzino forme di immediatezza amministrativa per il recupero dei diritti di cittadinanza e  per la vita facile delle imprese. 

L’Ordinamento consente, se valorizzato con esigenza, di dare vita a forme avanzatissime di collaborazione amministrativa,  su misura della ripresa delle attività economiche

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>