Dieci importanti obiettivi,  tutti finanziati grazie all’opera del mio governo regionale, ma ancora da porre in essere. Sono costretto a tornare, ancora una volta, sul tema del trasporto pubblico ferroviario, di fronte all’immobilismo che noto da parte della giunta di centrodestra, ora alla guida della Regione. 

Mi riferisco, nell’ordine:

  1.  alla tratta Sulmona -L’Aquila – Rieti, per la quale  75 milioni di euro sono già in “pancia” e in “cassa”.
  2.  Poi c’è, sempre per quanto riguarda il trasporto su ferro, il raddoppio della Chieti – Pescara,con i suoi 111 milioni di euro, tali da garantire, davvero, quella  grande città metropolitana tanto auspicata.
  3. Due milioni di euro, poi, sono stati impegnati per la nuova fermata a Martinsicuro, la quale consentirebbe un consolidamento dell’attrattiva turistica.
  4. Inoltre c’è la fermata del Freccia Bianca per Vasto-San Salvo: un risultato conseguito da noi, che, però, andrebbe confermato  anno per anno.
  5. E che dire dei 10 milioni di euro, accantonati per il completamento  della Fondovalle Sangro, sempre da un punto di vista ferroviario? Mi riferisco, per la precisione,  al percorso che va da Quadri a Castel di Sangro. Anche qui, tutto ancora sospeso.
  6. Ma non è finita qui. Anzi, come non ricordare i 10 milioni per la bretella di Sulmona
  7. e il  milione e settecento mila euro per il porto di Ortona, in riguardo alla struttura ferroviaria?
  8. Rammento anche i cinque milioni e mezzo per la piastra logistica della Val di Sangro,
  9. ma ciò che è da mettere maggiormente in evidenza è il miliardo e 556 milioni di euro per la direttrice Pescara – Roma, che si trova nel contratto di programma Rfi-Mit. 

Tutto ancora in “potenza”, una “potenza” ideata e realizzata dal mio governo regionale, che ora, però, aspetta di divenire “atto”.  Adesso, infatti,  serve la cantieristica. E non bisogna perdere tempo, perché queste risorse non rimarranno in pancia all’infinito. Pertanto, dobbiamo difendere la consistenza programmatoria, anche perché non è che ogni volta sia necessario ripartire da zero. Io ci sono e continuerò ad accendere luci, seppur da un distinto e altro livello politico da quello occupato fino allo scorso anno.

Guarda il video: “AVVISO DI GARANZIA” a favore della realtà << La cura del ferro>>

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>