“Alziamo le vele.” Il Senatore Luciano D’Alfonso, interviene all’Assemblea Regionale del PD: “ Dobbiamo essere il polo che guida rispetto alle strutture del tempo che passa”.

Si è svolta ieri pomeriggio, presso la Sala Consiliare del Comune di San Vito Chietino, l’Assemblea Regionale del PD.
All’assemblea, che a visto la partecipazione di Stefano Vaccari, membro della segreteria nazionale, ha preso parte anche il Senatore del PD, Luciano D’Alfonso.
Durante l’assemblea sono state annunciate le prossime iniziative politiche del PD in Abruzzo: il 13 febbraio se né terrà una sull’istruzione con il viceministro Anna Ascani, il 17 sulle infrastrutture con il ministro Paola De Micheli.

Nel corso dell’Assemblea, è intervenuto il Senatore Luciano D’Alfonso, che ha dichiarato: “Non possiamo pretendere di uniformare tutto ciò che in Italia accade fuori dal nostro partito. Io distinguo tra quello che si movimenta in corrispondenza della società e quello che finisce nel nulla elettorale.
La donazione che ci hanno fatto le sardine è di stabilire che c’è molto mondo al di fuori dei partiti.
Si dovrebbero creare ulteriori spazi per ospitare tante sardine, anche altrove, con quella capacità di presa. Le classi dirigenti tutti i giorni parlano con le stesse persone: dobbiamo porci il problema dell’altro da sé.
Dove c’è lo spirito dell’intrapresa sociale – prosegue D’Alfonso – si aprano le sezioni. Non è possibile che la Provincia di Pescara abbia 1000 iscritti.
Dobbiamo fare in modo che il numero delle sezioni corrisponda almeno al numero delle vecchie circoscrizioni elettorali.
Mettiamo a confronto – conclude il Senatore- ciò che ha fatto il Sindaco di Atene, città indebolita dalla crisi ma ancora con capacità attrattive, e il Sindaco di Bruxelles – che in aprile abbiamo invitato a Pescara – perché se perdiamo queste sfide non saremo il polo che guida rispetto alle strutture del tempo che passa.
Io ho l’emergenza di Pescara che va reimparata, perché è come se un terremoto sociale la stesse scardinando”.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>